Something is wrong or off among your significant other, and you’re start to ask yourself if might be they often be… Allow me to share Most of the indications of a significant other that might be unfaithful. These behaviors are just indicators of an cheating spouse and they are not absolutes! There might be reliable causes of is my husband cheating on me your marital relationship may very well be in danger! Use Appmia once your spouse’s clothes scent of a new fragrance or immediately after-shave utilized by a potential spouse or maybe your partner out of the blue quits putting on their wedding band and helps make useless justifications why.

Concerti al Cenacolo – 3 dicembre, Bivigliano, Benedictus Qui Venit

Posted on Nov 27, 2017 in Archivio, Concerti al Cenacolo, News, slide

Chiesa di San Romolo a Bivigliano,
via della Chiesa 123, Bivigliano – Vaglia (FI)
ingresso libero

Benedictus qui venit
L’arte del canto sacro tra Quattro e Cinquecento
L’Homme Armé
Musiche di G. Dufay, J. Ockeghem, Josquin Despres, H. Isaac, J. Mouton, J. Obrecht

Domenica 3 dicembre alle 18 nella Chiesa di San Romolo a Bivigliano (via della Chiesa 123, Bivigliano – Vaglia – FI; ingresso liberoL’Homme Armé presenta il concerto «Benedictus qui venit». L’arte del canto sacro tra Quattro e Cinquecento.
Fino al Cinquecento la musica sacra rappresentava il genere più alto della creazione musicale, un genere in cui maggiormente si esprimeva l’arte del canto. La lettura dei testi sacri richiedeva un pensiero musicale basato sull’antica tradizione del canto gregoriano, ma sviluppato in forma polifonica a volte in forme assai complesse. Tra Quattro e Cinquecento all’interno di composizioni a più voci si trovano spesso episodi a due voci, talvolta inseriti nella parte iniziale di un brano o in una sezione centrale, per sottolineare una riduzione della sonorità. Il duo, che all’epoca veniva praticato anche in forma estemporanea dai cantori esperti del tempo, rimane il fondamento della dell’arte stessa del comporre, tanto che si può sempre riconoscere come la spina dorsale di composizioni a più di tre-quattro voci. Ne va dimenticato che il momento del duo era anche un momento speciale per i cantori, che potevano mettere meglio in evidenza le loro qualità vocali, all’epoca molto ricercate, e una delle ragioni della grande migrazione dei cantanti-compositori dal nord Europa verso le corti italiane, dove, apprezzati e riconosciuti, hanno lasciato un segno fondamentale per la creazione dello stile italiano.

INFO:
informazioni@hommearme.it