Something is wrong or off among your significant other, and you’re start to ask yourself if might be they often be… Allow me to share Most of the indications of a significant other that might be unfaithful. These behaviors are just indicators of an cheating spouse and they are not absolutes! There might be reliable causes of is my husband cheating on me your marital relationship may very well be in danger! Use Appmia once your spouse’s clothes scent of a new fragrance or immediately after-shave utilized by a potential spouse or maybe your partner out of the blue quits putting on their wedding band and helps make useless justifications why.

Gli Ateliers

 

IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DEI SINGOLI ATELIERS

****************** ATELIER CAPPELLA ***********************

Il corso è rivolto allo studio del repertorio musicale sia sacro che profano di carattere celebrativo, concepito per ensembles di medie/ampie dimensioni e risalente al periodo compreso tra il 1450 e il 1550 circa: mottetti e brani tratti da messe di H. Isaac, J. Despres, C. Festa e Ph. Verdelot, trionfi e canti carnascialeschi. La frequenza al corso è aperta a singoli cantanti, gruppi vocali e gruppi strumentali da alta cappella (tromboni, dulciane, bombarde etc.). Le lezioni, che avranno principalmente carattere collettivo ma che includeranno anche momenti specificamente dedicati alle singole sezioni vocali, avranno luogo nei giorni 2, 3, 9 e 10 settembre in orario 10-13 / 14,30-17,30; il 10 pomeriggio/sera avranno luogo i concerti finali. Le partiture oggetto di studio verranno inviate agli iscritti (in formato pdf) non oltre il 20 luglio: è richiesto che ogni corsista arrivi al corso con le partiture già studiate.

****************** ATELIER CONSORT ***********************

Il corso è rivolto allo studio del repertorio musicale originariamente concepito per piccolo ensemble e risalente al periodo compreso tra il 1450 e il 1550 circa. L’ambito cronologico e stilistico di interesse del corso include le opere del secondo ‘400 e primo ‘500 di ascendenza franco/italiana (quali ad esempio le ballate di G. Dufay, le chansons e le frottole di Josquin), il repertorio frottolistico italiano del primo ‘500 (quali ad esempio le opere di M. Cara, B. Tromboncino e M. Pesenti), il repertorio madrigalistico della prima metà del ‘500 (quali ad esempio le opere di C. Festa, S. Festa, Ph. Verdelot. A. Willaert, J. Arcadelt, F. Corteccia etc.). La frequenza è aperta sia a piccoli gruppi già formati sia a cantanti e strumentisti singoli (liuto, arpa, viella, strumenti a fiato di bassa cappella etc.) i quali verranno poi opportunamente collocati dal docente in piccole formazioni di vario tipo, tenendo conto della tipologia di voce (e/o di strumento) nonché delle pregresse esperienze musicali di ogni partecipante. Il dettaglio del programma di studio verrà preventivamente concordato con il docente sia per quanto riguarda i gruppi già formati sia per quanto riguarda i singoli esecutori. Le lezioni avranno luogo dal 4 al 10 settembre in orario 10-13 / 14,30-17,30; il 10 pomeriggio/sera avranno luogo i concerti finali. All’interno dell’Atelier saranno inseriti momenti di tecnica vocale individuale curati da Gabriele Lombardi (baritono), e tre masterclass affidate a Elena Cecchi (soprano), Alessandro Carmignani (controtenore) e Marcello Vargetto (basso), dedicate all’interazione tra alcuni aspetti stilistici e specifiche problematiche tecniche.

****** ATELIER RINASCIMENTO MUSICALE PER BAMBINI ******

Il corso è rivolto a bambini/e d’età compresa tra 8 e 12 anni (il limite massimo non è vincolante per le ragazze) e si propone come un viaggio multidisciplinare nel vasto e composito mondo della cultura del Rinascimento italiano. Partendo dai testi poetici dei brani tratti dal repertorio vocale sacro e profano più consono all’organico di Coro di voci bianche (bicinia, laude, canti carnascialeschi, villanelle, ecc.), se ne approfondiranno le tematiche, i personaggi, le storie, i luoghi. Questo approccio, oltre che a rendere più intelligibile il repertorio e più comprensibili differenze e analogie con la musica del nostro tempo, sarà comunque sempre attento a favorire quella magnifica e insostituibile esperienza che è il cantare insieme, come potente mezzo di libertà espressiva e di interazione emozionale. Il lavoro prettamente musicale sarà basato su esercitazioni quotidiane di respirazione ed emissione vocale; la preparazione dei brani d’autore sarà affiancata e coadiuvata da “giochi di polifonia improvvisata” ed elementari tecniche di lettura a prima vista.

Per direttori interessati ai corsi

Potranno essere ammessi al corso anche i direttori dei gruppi partecipanti solo nel caso di iscrizione ad entrambe gli Atelier. In tal caso, durante la settimana, ci saranno alcune lezioni dedicate espressamente alle particolari tematiche della direzione del repertorio rinascimentale.