Something is wrong or off among your significant other, and you’re start to ask yourself if might be they often be… Allow me to share Most of the indications of a significant other that might be unfaithful. These behaviors are just indicators of an cheating spouse and they are not absolutes! There might be reliable causes of is my husband cheating on me your marital relationship may very well be in danger! Use Appmia once your spouse’s clothes scent of a new fragrance or immediately after-shave utilized by a potential spouse or maybe your partner out of the blue quits putting on their wedding band and helps make useless justifications why.

L’Ensemble L’Homme Armé si dedica da ben trent’anni allo studio e all’interpretazione della musica antica, soprattutto vocale; rivolge particolare attenzione alla musica italiana e all’ambiente culturale della città in cui l’associazione ha sede, Firenze. Da alcuni anni ha esteso il suo repertorio a progetti che affiancano musiche antiche a musiche contemporanee, affrontando programmi molto originali frutto di ricerche comparative tra le prassi esecutive antiche e quelle contemporanee.

News

  • Domenica 22 aprile, ore 17.00 Oratorio di Santa Caterina, “Chi desia saper che cos’è Amore: Francesca Caccini, cantante e compositrice”

    Domenica 22 aprile, ore 17.00
    Oratorio di Santa Caterina
    (via del Carota 31 – località Rimezzano – Bagno a Ripoli)

    “Chi desia saper che cos’è Amore:  Francesca Caccini, cantante e compositrice”

    Ensemble L’Homme Armé

    Elena Cecchi Fedi, soprano solista

    Alfonso Fedi, clavicembalo

    Francesco Tomei, viola da gamba

    Luigi Cozzolino, violino

    Gian Luca Lastraioli, liuto e direzione

    ingresso alla mostra € 5; ingresso al concerto € 5;
    aperitivo a cura di Artigiani in cucina € 5

    info concerto 055/695000, informazioni@hommearme.it
    per l’aperitivo è obbligatoria la prenotazione allo 055 643358

    L’Homme Armé presenta il concerto «Chi desia saper che cos’è Amore: Francesca Caccini, cantante e compositrice», nell’ambito delle iniziative collaterali alla prestigiosa mostra «Con dolce forza. Donne nell’universo musicale del Cinque e Seicento», organizzata dalle Gallerie degli Uffizi e dal Comune di Bagno a Ripoli all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote. È questo un prezioso e non abbastanza conosciuto gioiello del gotico italiano. Edificato verso la metà del Trecento dalla famiglia degli Alberti, contiene affreschi e decorazioni di rara bellezza che narrano, in un’esplosione di forme e colori, la vita della principessa martire Santa Caterina d’Alessandria; furono avviati dal Maestro di Barberino e da Pietro Nelli, ma raggiungono l’apice della forza narrativa con l’intervento di Spinello Aretino.
    La mostra si inserisce nell’ambito delle celebrazioni del Cinquecento avviate dalla Città di Firenze ed ha lo scopo di sollevare il sipario sul rapporto, spesso in passato sottaciuto, delle donne con la musica nei secoli XVI-XVII con un occhio di riguardo alla corte dei Medici, ma anche ad altri esempi rappresentativi di altri contesti storico-culturali. Vi sono esposte opere che ritraggono la Tintoretta (Marietta Robusti), Lavinia Fontana, anch’essa pittrice e musicista figlia di pittore, Checca Costa, cantante e letterata, Vittoria della Rovere, mecenate dei musicisti, nonna dell’ Elettrice Palatina. Inoltre verranno esposte una serie di stampe sciolte (conservate agli Uffizi) che provengono dal libretto di Ferdinando Saracinelli per l’opera La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina di Francesca Caccini, protagonista del nostro concerto. L’Ensemble L’Homme Armé è per l’occasione composto da Elena Cecchi Fedi, soprano solista, Alfonso Fedi, clavicembalo, Francesco Tomei, viola da gamba, Luigi Cozzolino, violino, Gian Luca Lastraioli, liuto e direzione.

  • L’Homme Armè partecipa alle Meditazioni Quaresimali nell’ambito di O Flos Colende.

     

     

     

     

    L’Homme Armè partecipa alle Meditazioni Quaresimali nell’ambito di “O Flos Colende”

    Giovedì 8 marzo, ore 21.15
    Battistero di San Giovanni
    Meditazioni Quaresimali a cura di
    S.E.R Card. Giuseppe Betori
    Arcivescovo Metropolita di Firenze

    Lettura dei Salmi a cura di Bruno Schirripa

    Lettura del salmo 30 (31) In te, Signore, mi sono rifugiato

    P. Verdelot (c. 1475 – c. 1530)
    In Te Domine Speravi a 5 voci
    Ensemble Vocale L’Homme Armé

    Posti limitati. E’ consigliato arrivare con un po’ di anticipo

     

    Nuovo documento 2018-03-03 11.38.53_1

  • FloReMus 2018 – Corso Internazionale di Musica Rinascimentale

    FloReMus
    Corso internazionale di musica rinascimentale
    Firenze, 1 – 9 settembre 2018

    Scarica la brochure

    Copia di FloremusITA_2018_200x210mm copia

    Flag_of_the_United_Kingdom.svgEnglish version

    GLI ATELIER

    Atelier Consort (voci e strumenti)

    – A (livello avanzato)

    Il corso è rivolto sia a piccoli gruppi già formati sia a cantanti e strumentisti singoli che abbiano già maturato ampie esperienze nel campo della musica d’insieme. Il corso sarà incentrato sullo studio del repertorio madrigalistico del Cinquecento, prendendo in esame opere di autori quali C. Festa, P. Verdelot, A. Willaert, J. Arcadelt, F. Corteccia, C. de Rore, L. Marenzio, J. de Wert ecc. Il repertorio verrà affrontato con organico solo vocale (a parti reali) o in forma di “broken consort” con voci e strumenti. Sono previsti momenti di coaching vocale, anche individuali.

    – B (livello medio/base)

    Il corso è rivolto sia a piccoli gruppi già formati sia a cantanti singoli che abbiano relativa esperienza nel campo della musica di insieme. Il corso sarà incentrato sullo studio del repertorio profano di ispirazione popolaresca del Cinquecento: canzoni villanesche, napolitane, villotte, ecc.

    Atelier Cappella

    – A (livello avanzato/medio)

    Il corso è rivolto a gruppi vocali o singoli cantanti con ampia esperienza nel canto a cappella, con una buona/discreta lettura a prima vista. Lo studio sarà incentrato sul repertorio sacro e spirituale legato alle principali istituzioni musicali italiane del Cinquecento, in un arco temporale che va dalla tarda produzione di Josquin Desprez a quella di Palestrina. Sono previsti momenti di coaching vocale, anche individuali.

    – B (livello medio/base)

    Il corso è rivolto a gruppi vocali o singoli cantori con buone esperienze corali, e con un livello di lettura a prima vista sufficiente ad affrontare il repertorio in questione. Lo studio sarà incentrato sul repertorio sacro del Cinquecento di semplice/media difficoltà con particolare attenzione all’ambiente fiorentino e romano.

    Atelier FIATA CONSORT (flauti dolci, bombarde e cromorni)

    – A (livello avanzato/medio)

    Il corso è rivolto a strumentisti singoli e gruppi già formati che abbiano già esperienza nel campo della musica d’insieme e in quello della prassi esecutiva storica.

    Verranno affrontati in particolare argomenti riguardanti la “diminuzione” rinascimentale, l’improvvisazione su basso ostinato e le prassi esecutive ed articolatorie negli strumenti a fiato nel Cinquecento. Il corso approfondirà lo studio della trattatistica relativa al periodo: Ganassi, Ortiz (e nei loro sviluppi successivi come Dalla Casa e Rognoni), manoscritti strumentali anonimi ed altri. I partecipanti al corso avranno occasione di collaborare, in formazione di “broken consort”, con i colleghi del Consort A. Il corso si svolgerà dal 3 al 9 settembre.

    – B (livello medio/base)

    Il corso è rivolto a strumentisti singoli e gruppi già formati, o da comporre durante il corso, ed è destinato agli strumentisti a fiato che vogliano avvicinarsi alla prassi esecutiva strumentale del Rinascimento o approfondirla attraverso la trattatistica dell’epoca. Il repertorio affrontato sarà sia strettamente strumentale che relativo all’esecuzione (come uso diffuso nel Rinascimento) di musica vocale con strumenti. Il corso si svolgerà dal 3 al 9 settembre.

    Atelier Rinascimento musicale per bambini

    Il corso è rivolto a bambini/e d’età compresa tra 8 e 12 anni (il limite massimo non è vincolante per le ragazze) e si propone come un viaggio multidisciplinare nel vasto e composito mondo della cultura del Rinascimento italiano. Partendo dai testi poetici dei brani tratti dal repertorio vocale sacro e profano dell’epoca (canti carnascialeschi, villanelle, laude, ecc.), se ne approfondiranno le tematiche, i personaggi, le storie, i luoghi. Il corso si svolgerà dal 3 al 9 settembre.

    Atelier Direttori

    Il corso è rivolto a direttori di coro e di ensemble, con sufficiente esperienza, interessati ad approfondire alcuni aspetti del repertorio del Cinquecento tra Josquin e Palestrina. Sarà articolato in momenti dedicati all’esecuzione vocale, allo studio della partitura, alla direzione e concertazione, e a questioni metodologiche specificamente legate al repertorio in questione. Il corso potrà accogliere un massimo di 4 persone.

    Docenti

    Mya Fracassini (coaching vocale)

    Gian Luca Lastraioli (Atelier Consort)

    Gabriele Lombardi (coaching vocale)

    Fabio Lombardo (Atelier Cappella, Direttori)

    Martino Noferi (Atelier Fiata Consort)

    Patrizia Scivoletto (Atelier bambini)

    Giulia Peri (coaching vocale)

     

    QUOTE

    Iscrizione individuale (per tutti i corsi, non restituibile): € 50

    Frequenza: Consort A, Cappella A (ciascuno) € 200

    Consort A + Cappella A € 350

    Consort B, Cappella B (ciascuno) € 130

    Consort B + Cappella B € 220

    Direttori + Cappella A e B € 350

    Bambini (solo mattina) € 50

    Bambini (mattina e pomeriggio) € 120

    Fiata Consort € 200

    Scadenza iscrizioni: 30 giugno.

    SCHEDA DI ISCRIZIONE ONLINE

    smf

     

     

     

     

     

    Il corso si terrà alla Scuola di Musica di Fiesole (Via delle Fontanelle, 24)

    E’ possibile frequentare più corsi con modalità e quote da concordare con la direzione del corso.

    Riduzioni per gruppi:

    da 4 a 7 membri – unica quota iscrizione di euro 100 per tutti + quote frequenza invariate

    da 8 membri in poi – unica quota iscrizione di euro 80 per tutti + quote frequenza invariate

    Riduzioni speciali (sulla quota di frequenza):

    Studenti della Scuola di Musica di Fiesole 20%

    Studenti dei Conservatori 20%

    L’organizzazione si riserva il diritto di cancellare i corsi che non dovessero raggiungere il numero minimo di iscritti.

    Gli iscritti ad almeno un corso potranno usufruire dello sconto del 50% sui biglietti dei concerti del Floremus Festival.

    Coordinate bancarie per il pagamento:

    Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario sul conto corrente:

    Associazione L’Homme Armé, Cassa di Risparmio di Firenze

    IBAN: IT64A0616002822000011043C00, BIC/ Swift: CRFIIT3F

    La quota di iscrizione non verrà restituita in caso di rinuncia alla partecipazione.

     

    Per ulteriori informazioni

    email: corso.floremus@gmail.com

    Giulia Nuti tel +39 338 984 1799 (da lun a ven ore 10-13 / 14-19)

     

    Il corso è realizzato in collaborazione con:

    Fondazione Scuola di Musica di Fiesole

    Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

  • I Concerti al Cenacolo – giovedì 14 dicembre, Badia a Settimo (Scandicci) – L’Homme Armé, “Nunc Muta Omnia”

    I Concerti al Cenacolo 2017
    giovedì 14 dicembre 2017, ore 21.00
    Badia a Settimo
    Via San Lorenzo a Settimo, Scandicci (Firenze)

    Nunc Muta Omnia
    La musica sacra di Heinrich Isaac nella Firenze di Lorenzo il Magnifico


    L’Homme Armé
    Fabio Lombardodirezione
    Musiche di Heinrich Isaac
    INGRESSO LIBERO

    ore 19.30, visita guidata dell’Abbazia di Badia a Settimo

    Prima del concerto, alle ore 19.30, si terrà una visita guidata dell’Abbazia di Badia a Settimo a cura di volontari esperti dell’Associazione Amici della Badia, che interesserà la Chiesa, il Chiostro dei Melaranci, il Refettorio dell’Abate, il plastico in scala naturale, le prigioni e la Cripta.

    La visita ha un costo di 5 €, che include anche la consegna in omaggio del libro descrittivo della parte pubblica e privata dell’Abbazia

    Prenotazione obbligatoria all’indirizzo informazioni@hommearme.it  entro lunedì 11/12/2017. Cellulare di riferimento per informazioni: 3389841799

    (la visita si svolgerà al raggiungimento del numero minimo di partecipanti)

  • Concerti al Cenacolo – 3 dicembre, Bivigliano, Benedictus Qui Venit

    Chiesa di San Romolo a Bivigliano,
    via della Chiesa 123, Bivigliano – Vaglia (FI)
    ingresso libero

    Benedictus qui venit
    L’arte del canto sacro tra Quattro e Cinquecento
    L’Homme Armé
    Musiche di G. Dufay, J. Ockeghem, Josquin Despres, H. Isaac, J. Mouton, J. Obrecht

    Domenica 3 dicembre alle 18 nella Chiesa di San Romolo a Bivigliano (via della Chiesa 123, Bivigliano – Vaglia – FI; ingresso liberoL’Homme Armé presenta il concerto «Benedictus qui venit». L’arte del canto sacro tra Quattro e Cinquecento.
    Fino al Cinquecento la musica sacra rappresentava il genere più alto della creazione musicale, un genere in cui maggiormente si esprimeva l’arte del canto. La lettura dei testi sacri richiedeva un pensiero musicale basato sull’antica tradizione del canto gregoriano, ma sviluppato in forma polifonica a volte in forme assai complesse. Tra Quattro e Cinquecento all’interno di composizioni a più voci si trovano spesso episodi a due voci, talvolta inseriti nella parte iniziale di un brano o in una sezione centrale, per sottolineare una riduzione della sonorità. Il duo, che all’epoca veniva praticato anche in forma estemporanea dai cantori esperti del tempo, rimane il fondamento della dell’arte stessa del comporre, tanto che si può sempre riconoscere come la spina dorsale di composizioni a più di tre-quattro voci. Ne va dimenticato che il momento del duo era anche un momento speciale per i cantori, che potevano mettere meglio in evidenza le loro qualità vocali, all’epoca molto ricercate, e una delle ragioni della grande migrazione dei cantanti-compositori dal nord Europa verso le corti italiane, dove, apprezzati e riconosciuti, hanno lasciato un segno fondamentale per la creazione dello stile italiano.

    INFO:
    informazioni@hommearme.it

     

  • Concerti al Cenacolo, 26 novembre, Fiesole, “Sant’Agnese. Un mistero medievale”

    DOMENICA 26 NOVEMBRE, ORE 18
    Chiesa di Santa Maria di Primerana
    Via Santa Maria, Fiesole (FI)
    Sant’Agnese. Un mistero medievale
    Sacra rappresentazione del martirio di Sant’Agnese

    La Lauzeta
    Cristina Calzolari voce, arpa gotica, clavisimbalum
    Clara Fanticini vielle – Francesco Gibellini organetto portativo, tromba da tirarsi, citola
    Musiche di anonimi del XIV e XV secolo

    Ingresso libero

    Domenica 26 novembre alle 18 alla Chiesa di Santa Maria di Primerana (via Santa Maria, Fiesole, FI; ingresso libero), che sovrasta la piazza principale di Fiesole, l’Ensemble La Lauzeta presenta «Sant’Agnese. Un mistero medievale», libera riscrittura che prende spunto dalle varie tradizioni che ci sono state tramandate a partire dall’inno Agnes beatae virginis di Sant’Ambrogio (337-397) e di papa Damaso (366-384) e confluite nella mirabile Legenda Aurea, collezione delle vite dei santi compilata nella seconda metà del XIII secolo dal domenicano Jacopo da Varazze. I brani incastonati nella narrazione sono desunti quasi interamente dal repertorio dei secoli XIV e XV. Per i fedeli di ogni tempo, i miracoli e la vita dei santi costituiscono una sorta di tramite fra la terra e il cielo, al punto che la venerazione trascende la verità storiografica per alimentarne la leggenda e le gesta legate al sovrannaturale. Durante il Medioevo nacquero rappresentazioni drammatiche in versi o in prosa che, arricchite di contaminazioni profane in grado di avvicinarle a un culto popolare, diedero vita ai Misteri e alle Sacre Rappresentazioni, veri e propri spettacoli di argomento sacro – ma di stampo laico – che avevano come teatro piazze e sagrati. Il programma è affidato ad un ensemble di giovani e valentissimi musicisti che hanno registrato anche per la BBC.

    cenacolo2017